Pierluigi Curcio, scrittore

Scritto da Occhio dell'Arte il 21 Gennaio 2012 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

L’autore crotonese, Pierluigi Curcio, ha scoperto la sua passione per la scrittura in giovanissima età, componendo dapprima poesie, pensieri e brevi brani. Il passo verso il romanzo storico è stato scaturito dal forte interesse dello scrittore verso il mito Arturiano. 

Curcio infatti inserisce elementi arturiani nel suo primo romanzo Il prezzo del Odio, edito da Arduino Sacco Editore ottenendo alcuni riconoscimenti tra i quali ricordiamo una gran menzione di merito al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “L’integrazione culturale per un mondo migliore” indetto dal Consolato Generale dell’Ecuador a Milano.

 Approfondisce e interpreta l’argomento poi nel suo secondo romanzo Artorius, edito dalla Chichili Agency e pubblicato in formato ebook. Cenni storici - frutti di accurate ricerche - sapientemente abbinati alla leggenda e meravigliosamente incorniciati da un contesto romanzato, fanno di Artorius un vero gioiello. Seguono, altri riconoscimenti al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Borgo Ligure 2008, il Portus Lunae nel 2009 o al Toscana in Poesia nel 2010.

Con la La Stirpe dei Re, edito dalla stessa agenzia tedesca, sempre ispirato al mito Arturiano,  incastonato in contesti e epoca diversi ma non meno stimolanti, Pierluigi sfida se stesso e il mercato italiano. Propone il suo terzo romanzo infatti in formato ebook-seriale, ovvero a puntate. Brevi assaggi di sublime letteratura, sapientemente interrotte al massimo della suspance, in attesa della prossima puntata a venire.

E le sfide non sono finite: lo scrittore, con il suo Ordinary Man, pubblicato all’interno del seriale Chills, si affaccia a un genere completamente nuovo. Pierluigi Curcio convince il pubblico anche interpretando l’horror. Le classifiche di vendita, che lo hanno visto a pochi passi dalla vetta, confermano che Curcio è un autore valido e poliedrico. 

Il futuro? È sempre un’incognita. All’orizzonte però si intravedono Vampiri e Cowboy e una certezza: Pierluigi saprà stupirvi ancora.

(Roberta Gregorio)