Euro Rotelli finalmente premiato a Pordenone

Scritto da Occhio dell'Arte il 20 Dicembre 2015 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Consegnato a Pordenone il Premio Photofestival "Creativita'" dell'Associazione Occhio dell'Arte 

 

A Euro Rotelli, coprotagonista assieme a Nuccio della mostra Un gioiello di fotografia allestita al Museo Civico d’arte di Pordenone, nell’ambito della quinta edizione del Photofestival “Attraverso le pieghe del Tempo”  è stato assegnato ad agosto scorso da parte dell’associazione laziale  “Occhio dell’arte” il Premio Creatività 2015 per l’ingegno, la maestria e la cultura fotografica acquisita “attraverso le pieghe del tempo”, facendolo così entrare a pieno titolo nella storia del collezionismo d’autore italiano. 

A consegnare materialmente il premio al fotografo, le cui opere sono esposte in questo momento anche a Barcellona all’Istituto Italiano di Cultura, è stata delegata Vera Casagrande, presidente del Circolo della Cultura e delle Arti, associazione promotrice della mostra pordenonese che prosegue fino al 10 gennaio dopo un’affollata e partecipata inaugurazione.

Per i numerosi impegni lavorativi di Euro, infatti, non e'  stato possibile consegnare il riconoscimento la scorsa estate, durante lo svolgimento del Photofestival ad Anzio. 

Presso lo spazio espositivo del noto fotografo, lo scorso 17 dicembre, la consegna del premio e' stata immortalata da alcune scatti ricordo in presenza di una nutrita delegazione del  Circolo delle Arti, di alcuni rappresentanti dell'Occhio dell'Arte e della moglie Daria Collovini. 

Nell’originale esposizione, curata da Franca Benvenuti, l’arte orafa di Nuccio e la fotografia di Euro Rotelli, forme diverse di creatività in apparenza molto lontane tra loro, s’incontrano e danno vita ad un progetto artistico, frutto di una ricerca  originale e inedita. 

Come descritto dalla critica Alessandra Santin, la complessità dei linguaggi della fotografia di Euro Rotelli con le sue originali peculiarità espressive viene interpretata e rielaborata dall’arte scultoreo/compositivo/materica di Nuccio che crea così oggetti poetici da indossare, da abitare, preziosi gioielli di fotografia. Nuccio ed Euro Rotelli inoltre hanno voluto realizzare un lavoro site-specific, ispirandosi ad alcuni tesori d’arte della collezione permanente del Museo, dando forma a opere/gioiello che reinterpretano e attualizzano la carica concettuale e simbolica delle fonti ispiratrici: il Ritratto di Angelica  Bearzi Pisenti (Michelangelo Grigoletti, olio su tela, 1845) e l’affresco allegorico raffigurante il pianeta Venere (opera di frescanti locali attivi tra il 1370 e il 1380). Questi nuovi “gioielli di fotografia” collocati accanto alle opere antiche diventano parte integrante del percorso espositivo del Museo.

Ulteriori info sul Photofestival a www.attraversolepieghedeltempo.it

 

Nella foto che correda il presente articolo, Euro Rotelli e' ritratto con Vera Casagrande durante la consegna del premio.