Il primo romanzo di Stefania Lastoria

Scritto da Occhio dell'Arte il 21 Marzo 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Una vecchia amica dell'Occhio dell'Arte ha scritto  il suo  primo romanzo.

Ha creato anche una pagina su Facebook

https://www.facebook.com/unmaresenza/?fref=ts

Il libro si intitola “Un mare senza” edito dalla Giraldi Editore ed e'  reperibile a Roma direttamente alla Feltrinelli di Largo Argentina. Lei si chiama....STEFANIA LASTORIA.

Per il resto si può ordinare dall’editore senza spese di spedizione, in tutte le librerie e librerie on line.

Romanzo introspettivo con una leggera vena drammatica. Una donna, il suo passato, un segreto che diromperà fino a mettere a dura prova i già precari rapporti interpersonali. Una riscoperta e poi una rinascita, perché la vita riserva sempre delle sorprese e perché... come dice il titolo, non ci sia più UN MARE SENZA. Senza emozioni da portare via con se in una sola onda di mare, rapitrice di battiti di cuore. Come dice la protagonista: “forse è una rappresentazione simbolica di quanto rappresenti il mare per noi. Nel mare c’è tutto ciò che ci trasmette energia, tutto ciò che ci appartiene e dentro il mare tutto ciò che sappiamo di essere. Come se ci lasciassimo andare alla sua immensità, come se ci lasciassimo accogliere in un abbraccio. Pensa… senza tutte le nostre sensazioni, la tristezza, i pensieri, le lacrime, la gioia, le speranze, le emozioni sarebbe solo un mare. Un mare senza.” In questo mare navigano forti sentimenti, annaspano, si cercano, si abbandonano, si ritrovano fino a ricongiungersi dopo un lungo viaggio interiore.

 

Prefazione

Ci sono occhi che riescono a guardare quel lontano che non sappiamo percepire. Altri invece che, al contrario, sanno come affondare la curiosità negli interstizi minimi della vita. Ci sono poi occhi capaci di scendere nel profondo dell'anima, nei suoi strati più imperscrutabili ad osservare, e trasformare in linguaggio, le ataviche sfumature che l'occhio comune, oberato da superflui input su macro banalità, non riesce più a percepire. Sono proprio questi a saper offrire ai recettori di chi vi si affida, codici di lettura carichi di un sentimento così puro e antico, da farsi scegliere per sciogliersi in intimo appagamento sensorio, quasi assoluto. Così Stefania Lastoria riesce, attraverso pagine cariche di sanguigna sensibilità, a farci percepire la sua intima ed introspettiva versione della faticosa normalità di una vita pronta sempre a rapirci in rivoli forieri d'abbandono e di dolore, mai fini a se stessi però. Una lettura che ti lascia padrone di questa particolare capacità descrittiva, reale dono narrante della scrittrice, rendendoti parte sostanziale del racconto capace sempre di sedurre e combattere un non improbabile, personale, viaggio interiore nelle vive asperità di quel mare icona, così comune quanto impervio da sentirsi cullati nel fluttuare dell'anima tra ondate di memoria ed il grande abbraccio della vita.

Paolo Simoncini

 

Per contatti con Stefania Lastoria

Mail: stefania.last@gmail.com

Cell. 333/6764343


Nella foto, Stefania Lastoria (immagine presa dal web)