Art Escape 2016

Scritto da Silvana Lazzarino il 27 Agosto 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

 

MOSTRA DI ARTE CONTEMPORANEA A PALAZZO ZENOBIO A VENEZIA

 

Tra i protagonisti la pittrice Patrizia Canola artista di fama internazionale

 

Percorsi visivi ed emotivi dove pensieri lontani, desideri e verità svelate prendono forma per fuggire anche per un solo attimo dalla routine quotidiana che sempre più vede l’individuo stretto dalla morsa dei ritmi frenetici imposti dalla società, si aprono innanzi agli occhi di quanti visiteranno la suggestiva esposizione collettiva che si inaugura il prossimo 3 settembre 2016 a Venezia a Palazzo Zenobio sede degli eventi della Biennale.

 

La mostra di arte contemporanea ART ESCAPE 2016, curata da Loredana Trestin, attraverso opere di artisti selezionati mediante un concorso, vuole essere un’occasione per evadere dai luoghi soffocanti e dai ritmi frenetici del quotidiano per guardare con altri occhi e mente la vita attraverso sinergie fatte di colori, ritmi di linee, luci e ombre restituite attraverso i diversi linguaggi dell’arte che svela e nasconde, esplora e mimetizza. Dipinti, sculture, fotografie opere a carattere digitale e installazioni di diversi artisti, selezionati da una commissione di esperti nel settore, saranno visibili fino al 3 ottobre 2016 in questa mostra nata dalla collaborazione artistica di due realtà culturali: Divulgarti Consulting di Genova e Associazione Artistica “I2colli” di Terni.

 

Tra gli artisti in mostra spicca per il profondo lirismo e spessore emotivo l’affermata pittrice PATRIZIA CANOLA che invita a guardare il mondo circostante con altri occhi soffermandosi sulle atmosfere dense di poesia e bellezza, mistero e armonia proprie della natura. La natura con i suoi volti ora solari e vibranti, ora cupi e malinconici invita l’individuo ad interrogarsi sul suo esistere regalando attimi di sospensione dove ritrovare se stesso, andando incontro a quel senso di infinito che si nasconde nel vibrare delle spighe di grano al leggero soffio del vento, o nelle trasparenze delle acque cristalline di un torrente, o ancora nell’abbraccio di distese arboree dove lo sguardo si perde immaginando cosa possa nascondersi oltre. Il respiro della natura emerge nei suoi zampilli di luci e ombre a toccare le corde del pensiero per cullarlo entro queste atmosfere libere e sospese, dense di armonia cui spesso non si da il giusto valore. Di Patrizia Canola si posso ammirare due dipinti: Campo di grano e Rifrazioni dove spazi naturali diversi si mostrano in tutta la loro bellezza restituendo la poesia della luce fatta di colori che aprono all’orizzonte emotivo in cui ritrovare stati d’animo sopiti da tempo, e attimi di sospensione dove lo spazio non esiste per lasciare la mente libera di volare alto a seguire sogni e desideri che parlano di verità e bellezza.  

 

Venezia diventa la città ideale per evadere dal quotidiano grazie a questo percorso collettivo le cui diverse opere degli artisti desteranno emozioni nuove grazie a rappresentazioni suggestive e intense. Immagini legate alla natura, proiezioni di forme e colori ed interazioni figurative in piena libertà esplorano l’animo umano aprendo ad interrogativi sull’esistenza e soffermandosi sulle emozioni del pensiero tra certezze e dubbi, gioie e malinconie che spesso sfuggono nel contesto ordinario di tutti i giorni affannoso e carico di tensioni. Il Catalogo della mostra che sarà consegnato a ciascun artista, presenta all’interno le immagini delle opere con i dati tecnici ad esse riferiti.

 

Silvana Lazzarino

 

 

 

ART ESCAPE 2016

 

Palazzo Zenobio

 

Venezia, Fondamenta del Soccorso, Dorsoduro. 2597

 

Curatore Loredana Trestin,

 

assistenti Roberta Carboni, Maria Cristina Bianchi.

 

Organizzazione a cura di Annarita Boccolini, assistenti Baldoni Loriana, Federica Federici.

 

Dal 3 settembre al 3 ottobre 2016

 

Inaugurazione sabato 3 settembre 2016 ore 10.30