Grande successo per la mostra di Rondinone

Scritto da Silvana Lazzarino il 31 Agosto 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

 PASSATO E PRESENTE, NATURALE E ARTIFICIALE NELLE INSTALLAZIONI DI UGO RONDINONE IN MOSTRA A ROMA: MERCATI DI TRAIANO E MACRO TESTACCIO

 

 

Tra Pop Art e Land Art, UGO RONDINONE, artista di origine svizzera nato a Brunnen nel 1964, tra le figure più interessanti dello scenario artistico contemporaneo, imposta la sua opera a toccare la linea di confine tra aspetti legati all’ordinario e ambiti connessi al sogno e all’immaginario ad esplorare le emozioni che appartengono al vissuto interiore.

Combinazioni originali dove il naturale si incontra con l’artificiale, attenzione ai fenomeni ambientali a scoprire nuove sinergie in cui l’antico è accostato al moderno si ritrovano nelle installazioni da lui realizzate per gli spazi dei Mercati di Traiano e di Macro Testaccio a Roma. La mostra UGO RONDINONE. GIORNI D’ORO + NOTTI D’ARGENTO, curata da Ludovico Pratesi e promossa da Roma Capitale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, inaugurata lo scorso 9 giugno, ha riscosso un grande successo di pubblico per l’originalità con cui l’artista ha saputo creare un dialogo tra percezioni visive ed emotive, entrando nei ritmi ordinari del vissuto quotidiano che a volte può sorprendere. Fino al 1 settembre 2016 ai Mercati di Traiano all’interno dell’esedra, si potrà ammirare il gruppo di 5 calchi di ulivi millenari in alluminio verniciato di bianco, ancora presenti in Puglia e in Basilicata. Essi sono un evidente richiamo ad un’epoca preistorica nel ricordare una foresta pietrificata. In questa flora fossile passato e presente si incrociano, come anche naturale e artificiale, storia e preistoria. Questa installazione sarà a Parigi nel 2016 in occasione della FIAC. a Place Vendome. L’installazione è anche un omaggio a Matera terra di origine della sua famiglia stabilitasi in Svizzera.

Fino all’11 settembre 2016 al MACRO Testaccio si potrà visitare nel padiglione 9B la mostra giorni d’oro + notti d’argento, in cui emerge entro uno spazio dominato da luci e colori, la grande installazione vocabulary of solitude: 45 clown dove i 45 clown indicano 45 diverse posture riferite ai vari momenti della vita quotidiana con cui è denunciata l’allucinazione della solitudine umana. Giorno e notte si contrappongono, ma possono anche dialogare: l’esplosione dei colori intorno all’immaginario di un uomo nella sua giornata di 24 ore al MACRO Testaccio si oppone al monocromo/bianco degli alberi dell’installazione ai Mercati di Traiano, concepita come allegoria delle fasi lunari dei 12 mesi.

Silvana Lazzarino

 

 

 

UGO RONDINONE

GIORNI D’ORO + NOTTI D’ARGENTO

a cura di Ludovico Pratesi

fino al  1 settembre 2016 ai Mercati di Traiano, via Quattro Novembre 94

fino all’11settembre 2016 al MACRO Testaccio Padiglione 9 B, piazza Orazio Giustiniani, 4 Roma