FORATTINI ABBECEDARIO DELLA POLITICA

Scritto da Silvana Lazzarino il 12 Dicembre 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

"ABBECEDARIO DELLA POLITICA” DI FORATTINI ALLA FIERA NAZIONALE DEL LIBRO A ROMA
Pungente umorismo e graffiante ironia hanno accompagnato il segno e il tratto di GIORGIO FORATTINI, maestro della satira politica nel caratterizzare da oltre 50 anni personaggi di spicco italiani e internazionali succedutisi al governo. Da Andreotti a Putin, da Pertini a Craxi,  da Arafat a Sharon, da Carter a Clinton, ai Bush e poi Bossi, Amato, Veltroni, fino ad arrivare alla Camusso, Renzi e Tramp, FORATTINI che ha esordito a “Repubblica” nel 1976 è stato affascinato dal mondo della politica osservato sempre con un certo distacco sì da cogliere di ciascun personaggio peculiarità e atteggiamenti che la sua instancabile matita ha saputo tratteggiare anche in modo irriverente rendendoli ancor più popolari.
A restituire un percorso avvincente e divertente del suo lavoro rivolto alla satira politica è il volume “FORATTINI ABBECEDARIO DELLA POLITICA” edito della casa editrice Clichy  presentato anche il 10 dicembre 2017 alla Fiera Nazionale del Libro della Piccola e Media Editoria di Roma. A parlarne in questo contesto è stato Giorgio Dell’Arti presso la Sala Elettra della Nuvola di Fuksas.
Quanti appassionati delle vignette di Forattini, e quanti desiderosi di saperne di più su come nasce e si sviluppa il processo creativo di una vignetta a partire dall’esperienza di un grande maestro, in questo libro hanno l’occasione di assaporare a pieno la sua arte che non lascia nulla al caso, ma si sviluppa attraverso prove, bozzetti, schizzi, prima di arrivare al risultato finale. Proprio attraverso bozzetti, disegni viene presentata l’officina creativa di un grande maestro della satira politica italiana. Come nasce una vignetta? In che modo la scintilla di un’idea prende corpo, vita e colore, fino a trasformarsi in un’immagine? L’Abbecedario di Forattini accanto ai celebri personaggi politici tratteggiati in 50 anni di carriera dalla A di Andreotti alla Z di Zaccagnini, passando per la O di Obama e Occhetto,. svela il  “dietro le quinte» del suo lavoro”:  Si tratta di materiali originali e mai pubblicati tra schizzi preparatori, disegni abbozzati, prove con pennarello, che hanno consentito al suo estro e alla sua acuta ironia di inventare un mondo, di popolare il nostro immaginario.
Un viaggio tra stupore e meraviglia per sorridere, scorrendo le pagine di questo cahier d’études, un  quaderno di studi vibrante e caleidoscopico, che rivela l’immenso talento di un disegnatore con il desiderio di rinnovarsi, sempre al passo con la cronaca degli eventi e sempre attuale, Un disegnatore innamorato della libertà e del proprio mestiere.
Silvana Lazzarino


GIORGIO FORATTINI  cenni biografici
Giorgio Forattini nasce a Roma nel 1931. Dalla fine degli anni Sessanta inizia a lavorare per la pubblicità. Nel 1971 entra a Paese Sera, poi a Panorama e in breve diventa il più noto vignettista satirico italiano. A Repubblica fin dal primo numero, nel 1976, ne è uno dei fondatori; lavora anche per L’Espresso, La Stampa, Il Giornale, Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino. Ha pubblicato con Mondadori 56 libri che hanno venduto più di tre milioni di copie.

FORATTINI ABBECEDARIO DELLA POLITICA
casa editrice Clichy
Fiera Nazionale del Libro a Roma
10 dicembre 2017