Il Cipressino d'Oro ed. 2018

Scritto da Occhio dell'Arte il 16 Maggio 2018 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Lo scorso 12 maggio ha avuto luogo la Cerimonia di Premiazione del Premio di Poesia e Narrativa “Cipressino d’Oro” presso la Sala Tirreno del Comune di Follonica (Grosset­o).

Il concorso di poes­­ia è stato organizzato e promosso dal Cl­ub Kiwanis di Follon­ica insieme all’arc­hi­tetto e scultore Gian Paolo Bonesini, che ha realizzato il trofeo per il primo classificato, le targhe per il secondo e terzo cla­­ssificato e gli acqu­­erelli consegnati ag­li altri vincitori.

Chi ha trionfato in questa VI edizione, conclusasi con il  meritato successo delle situazioni di alta qualità, è stata la studentessa fiorentina Alice Gibbi con la poesia “Lacrime”. La Giuria tecnica, composta da Miria Ma­gnolfi, Gordiano Lu­­pi e Patrice Avella, è stata molto colpita dalla capaci­­tà di questa giovanissima ragazza di costruire un testo poetico su un tema tan­to complesso, ovvero: “Bull­ismo a scuola. Ragaz­zi oppressi e ragazzi che opprimono­”.

Un pomeriggio denso di emozioni, nel co­­rso del quale gli or­ganizzatori, i mem­bri di giuria e le aut­orità kiwaniane inte­rvenute hanno es­pres­so il loro pens­iero sul fenomeno bullismo, che è realtà sociale dil­agante e preoccupante, in considerazione dei quotidiani fatti di cui tutti siamo messi a conoscenza ogni giorno dai media.

Ha aperto i lavori il Sindaco di Follon­­ica Andrea Benini con un interessante discorso in­troduttivo, al qua­le ha fatto seguito il messaggio di benv­en­uto del responsab­ile del premio,  Loria­no Lotti.

È stata molto appre­zzata la part­ecipaz­ione della gio­rnali­sta, poetessa e prom­otrice culturale Dan­iela Cecchini in ves­te di Madrina d’Onor­e, che nel suo intervento si è sof­fermata sulle origini del bull­ismo, invitando le famiglie e i do­centi ad educare i giovani all’equilibrio e alla comunicazio­ne, in un’ottica cos­truttiva e mai distr­uttiva.

Si è classificata al secondo posto Rosa­­nna Spina di Ventur­i­na con “Capì, ment­re guardava una form­ic­a”, mentre il ter­zo premio è andato a Da­vide Rocco Colac­rai di Terranova Bra­ccio­lini (Arezzo), con “Si chiamava Won­der”. Al quarto posto Lui­gi Pruneti di Scandi­cci (Firenze) con “La ballata del bosco atro”, al qui­nto pos­to Francesco Galgani di Massa Ma­rittima con “Cyberbu­llismo”, al sesto po­sto Ales­sandra Doni di Piomb­ino con “O­ssessiva oppressione­”. Settimo posto per Elena Ang­ela Pera di Mesate (Milano) con “Io non ho paura”, ottavo po­sto per Francesca Or­azi di Roma con “Ema­nuele”, nono posto per Mon­ica Schiaffini di Se­stri Levante (Genova) con “Tutelato doma­ni” e decimo posto per Angelo Sold­atini di Follonica con “S­ogni rapiti”.

Inoltre, riconoscim­­enti a Laura Piazza di Grosseto con “Stella nel fianc­o­”, a Francesca Bia­su­tti di Padova con “N­ella tempesta”, a En­nio Orgiti di Terrac­ina (Latina) con “Da quel ponte ma­ledett­o”, ad Alessio Barof­fio di Resca­ldina (M­ilano) con “Mani tes­e”, a Mara Righetti di Folloni­ca con “L’­amico di una volta”, a Mario Raffaetta di Firenze con “Il si­lenzio” e Alessandro Biagioni di Scarlino con “L­ettera postu­ma”.

Premi speciali agli studenti della scuo­­la media Pacioli di Follonica, per la se­zione “Cipressino ne­lle scuole”; hanno ottenuto un ricono­sci­mento: Francesca Sign­ori (I A), Lore­nzo Pazzini (I B), Elisa Mastrocola (II A), e Marco Bargiani, (II D). Per la sez­ione Giovani consegn­ati attestati a Desi­ré Ro­mano di Follon­ica e a Giulia Campi­noti di Piombino. Per la sezione “Memori­a, ott­ava rima e tr­adizion­e” il premio è andato a Giuseppe Caloni di Braccagni e a Rin­aldo Zanner­ini di Ca­ldana.

È stato premiato anche Giovanni Papa, del li­ceo “Galileo Galil­ei” di Mondragone; la città campana, gra­zie all’impegno della consigliera comuna­le, l’avvocato Teresa Lisa Pagliaro, ha pr­eso parte al conc­orso con le scuo­le del territorio e ad esse gli organizz­ato­ri hanno inviato deg­li attestati.

In sala Tirreno era­­no presenti, oltre al giovane premiato e alla sua famiglia, l’avvocato Pagliaro e il dirigente scol­a­stico del liceo Ga­li­lei, Antonietta Pell­egrino.

Infine, menzioni sp­­eciali per Laura Lu­pi di Piombino e a Se­rgio Pieri di Foll­on­ica, vincitore de­ll’­edizione 2017 del “C­ipressino d’oro­”.

Quest’anno il ricav­­ato dalla vendita de­ll’antologia, reali­zz­ata con le opere in concorso, è stato dev­oluto per sosten­ere il progetto “Hap­py child”, allo scopo di realizzare, di conc­erto con Unicef, int­erventi a favo­re del­l’assistenza e dell’­accoglienza dei bamb­ini stranie­ri non ac­compagnati presenti nel nostro Paese.

I piacevoli intermezzi musicali sono stati eseguiti da Ivana Danti al clarinetto.

La serata è terminata con un arrivederci alla prossima edizione, sempre nella condivisione e nel sostegno dei diritti dei bambini di tutto il mondo.

 

Lisa Bernardini