MARCO T. BARBONI SUCCESSO A S MAURO TORINESE

Scritto da Silvana Lazzarino il 25 Maggio 2019 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Successo per la tappa vicino Torino del famoso sceneggiatore e scrittore con la presentazione del suo libro “A spasso con il Mago. Merlino e io”


L’incontro di Marco Tullio Barboni con il suo pubblico a San Mauro Torinese nella Sala Consiglio Comunale, dello scorso 24 maggio 2019, è stato un grande successo sia per gli argomenti  di grande interesse trattati a partire dalla trama del libro, sia per le curiosità rivelate dallo stesso autore riguardo la sua vita nel mondo del cinema. Il padre Enzo cineoperatore, direttore della fotografia e regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher autore di film western e lo zio Leonida magistrale direttore della fotografia, amatissimo da Anna Magnani, lo avevano stimolato a frequentare i set fin da bambino ricoprendo ruoli di comparsa come nelle lavorazioni della “Baia di Napoli”, in “Beh Hur”, “Barabba” per citarne alcuni, per poi lasciare che fosse lui a decidere la sua strada scegliendo la sceneggiatura dimostrando un talento straordinario con film di grande risalto internazionale interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e quelli del filone degli spaghetti western. Film di cui seguiva tutte le fasi, dall’ideazione all’edizione.
Ad introdurre l’incontro a cura dell'Associazione Commercianti Le due Burga' e promosso dell'Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Pro Loco Sanmaurese,, è stato Giuseppe Parola che nel presentare l’autore ha sottolineato il grande successo delle sue due opere di narrativa: “ A spasso con il Mago. Merlino e io” (Viola editore) e “…. E lo chiamerai destino” (Edizioni Kappa) pluripremiate a concorsi internazionali. L’incontro si è focalizzato sul romanzo "A spasso con il Mago. Merlino e io",  che di recente ha ricevuto  il Premio Speciale della Giuria al Pegasus Literary Awards Città di Cattolica, e importanti riconoscimenti in svariati contesti letterari italiani.

A leggere alcuni brani di questa avvolgente e commovente storia di affetto e amore infinito tra il padrone e il suo cane, passato a miglior vita, è stata Paola Bertolino che si è divertita con l'autore a leggere - e con lui  interpretare - alcune pagine del volume. Arricchito dalla prefazione di Plinio Perilli poeta e critico letterario il libro si lega al celebre corto "Il Grande Forse" diretto dallo stesso Barboni ed uscito qualche anno fa proiettato per l’occasione. Interpretato da Philippe Leroy e Roberto Andreucci tra i protagonisti "umani", il corto vede quale protagonista a quattro zampe Merlino, il medesimo protagonista del libro "A spasso con il mago": l'amato cane Merlino, oggi scomparso.

I due romanzi  di successo di Barboni sono il frutto di studi appassionati, ma anche di vita vissuta avendo lo stesso scrittore e sceneggiatore viaggiato in mezzo mondo per la sua professione, Le varie esperienze formative ed indimenticabili, le curiosità dell'uomo e dello scrittore hanno contribuito a dare spazio a  sentimenti e passioni, fino a dare forma e vita alla sua prima opera letteraria molto apprezzato dalla critica e dai lettori. Durante l’incontro inoltre Marco Tullio Barboni ha parlato di sé sia come uomo sia come professionista, menzionando teneri ricordi e buffi aneddoti e conquistando il pubblico in sala che ne ha apprezzato  professionalità, carisma e ironia. A fine evento così ha dichiarato: "Grazie della calorosa accoglienza; felice di essere stato ricevuto con effetto e così tanta attenzione".

Per altre informazioni sull’Autore e il Volume: www.marcotulliobarboni.com e www.aspassoconilmago.it

Silvana Lazzarino