MARCO T. BARBONI CON IL VALORE DEL FEMMINILE

Scritto da Silvana Lazzarino il 10 Giugno 2019 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

MARCO TULLIO BARBONI PROTAGONISTA DELLA SERATA TRA CINEMA E LETTERATURA ORGANIZZATA DA VIRGINIA VANDINI E IL VALORE DEL FEMMINILE

Il famoso sceneggiatore, regista e scrittore ospite presso la sede del Valore del Femminile di cui è Presidente Virginia Vandini, per presentare la sua seconda opera letteraria “A spasso con il Mago. Merlino e io”. Proiezione del corto “Il grande forse” e conversazione tra Lisa Bernardini e lo stesso Barboni che parlerà della sua carriera e in particolare del suo libro. 

Sulle orme della sua famiglia che ha segnato tratti importanti del cinema italiano d’Autore, MARCO TULLIO BARBONI, con passione e impegno, si è dedicato a questa straordinaria arte come sceneggiatore e regista. Lo zio Leonida magistrale direttore della fotografia, amatissimo da Anna Magnani, ed il padre Enzo cineoperatore, direttore della fotografia e regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher autore di film western, lo hanno stimolato fin da bambino a frequentare i set ricoprendo ruoli di comparsa come nelle lavorazioni della “Baia di Napoli”, in “Beh Hur”, “Barabba”, “Un treno per Durango” e “Django”. 

Dopo l’esordio in qualità di aiuto regista in “Lo chiamavano Trinità”, Marco Tullio Barboni, si dedica alla sceneggiatura scoprendo una straordinaria capacità nel cogliere e analizzare contesti e tessuto umano e sociale sottolineando le sfumature delle emozioni. La sua fama è legata a film di grande risalto internazionale interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e all’indimenticabile filone degli spaghetti western. La sua professione lo ha portato a viaggiare per mezzo mondo acquisendo esperienze formative indimenticabili che lo hanno portato a soffermarsi su diversi aspetti dell’esistenza soffermandosi su sentimenti e passioni che lo hanno poi portato alla scrittura letteraria. 

Grande successo stanno continuando ad avere i suoi due romanzi: “…. E lo chiamerai destino” (Edizioni Kappa) dove di riflesso si parla dell’uomo sospeso tra conscio e inconscio  e dell’eterno conflitto tra consapevolezza e inconsapevolezza e “A SPASSO CON IL MAGO.  MERLINO E IO” (Viola Editrice) recentemente presentato a San Mauro Torinese da  Giuseppe Parola presso la sala Consiglio Comunale. 

Il prossimo 18 giugno 2019 questo affascinante libro  "A spasso con il Mago. Merlino e io" con  prefazione a cura di Plinio Perilli poeta e critico letterario, viene ospitato presso la sede dell’Associazione  IL VLAORE DEL FEMMINILE  a Roma in Piazzale delle Province, 8 alle ore 20.30. 

Durante “L’INCONTRO CON MARCO TULLIO BARBONI” Sceneggiatore, regista e scrittore oltre alla presentazione del libro vi sarà un’interessante conversazione tenuta da Lisa Bernardini con lo stesso autore, e immancabile la proiezione del corto “IL GRANDE FORSE", diretto dallo stesso Barboni. Uscito qualche anno fa, il cortometraggio con interpreti Philippe Leroy e Roberto Andreucci tra i protagonisti umani, presenta quale protagonista a quattro zampe proprio Merlino lo stesso cane del libro. 

Sulla scia del dialogo tra due entità del primo romanzo “…E lo chiamerai destino” entro un’atmosfera dove è data voce alla parte inconscia di se stessi, nel secondo romanzo i protagonisti sono l’autore del libro e il suo adorato cane Merlino passato a miglior vita che dialogano lasciando emergere verità non dette e stati d’animo rimasti silenti nel tempo. 

Il libro sottolinea come le emozioni vissute con vera partecipazione e affetto tra i due continuino ad essere vissute e percepite grazie ad un legame profondo che permette loro di essere vicini nell’anima anche se uno dei due non è più presente. Grazie all’atmosfera del sogno viene ripercorso un dialogo tra padrone e cane in cui emergono situazioni impensabili attraverso le quali viene data voce a quelle zone più segrete del pensiero che nella realtà non sempre prendono forma. Dunque un libro, come riportato nella quarta di copertina- “imperdibile per chiunque abbia amato o sia stato amato da un cane”.

Il romanzo qualche mese fa ha ricevuto il Premio  Speciale della Giuria al Pegasus Literary Awards Città di Cattolica ed ha conquistato altri riconoscimenti importanti in svariati contesti letterari italiani. 

 

Tra i vari premi e riconoscimenti ricevuti da Barboni  che è stato ospitato presso il salotto de Il Caffè di Rai Uno, citiamo il prestigioso Premio Apoxiomeno 2017 a Firenze nella categoria Tv e Cinema e il primo posto ex aequo con il giornalista e saggista italiano Andrea Scanzi al Premio letterario Internazionale Montefiore organizzato dall’Associazione Culturale “PEGASUS CATTOLICA”, e poi il Diploma D'Onore con Menzione D' Encomio al Premio Letterario Internazionale Michelangelo Buonarroti e con “….E lo chiamerai destino” e la Menzione di Merito al Premio Internazionale Giglio Blu di Firenze. 

A fine serata è previsto un momento conviviale.

 

Silvana Lazzarino