A ROMA LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Scritto da Silvana Lazzarino il 20 Settembre 2019 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

"Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento” al centro delle Giornate Europee del Patrimonio il 21 e 22 settembre durante le quali storici dell’arte e curatori, coinvolgeranno cittadini e visitatori con visite ed incontri, rievocazioni storiche e laboratori didattici.

Visite e incontri gratuiti per tutto il weekend, seguendo il tema scelto per questa edizione “Uno due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”, nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio

A ricordare l’importanza delle bellezze architettoniche e artistiche del nostro Paese, tra monumenti, palazzi e chiese al cui interno si possono ammirare affreschi, dipinti, sculture di artisti intramontabili, e ancora il fascino di siti archeologici dove sono custodite storie di civiltà del passato, sono le Giornate Europee del Patrimonio fissate per i giorni 21 e 22 settembre prossimo.

La manifestazione promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea, organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo cui aderisce Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale, rappresenta una vera e propria festa della cultura che dal 1991 coinvolge tutti i Paesi europei, al fine di valorizzare il patrimonio culturale degli Stati membri dell’Unione invitando alla riflessione sul valore della comune matrice identitaria.

Nono solo, questa manifestazione diventa anche occasione per far conoscere ai cittadini europei il loro patrimonio culturale come elemento di unione e di differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca, al fine di incoraggiare alla partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni.

Lo scorso anno la tematica che ha fatto da filo conduttore alla manifestazione riguardava “l’arte di condividere”, per quest’anno il tema scelto propone “Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento” per coinvolgere ì musei ed i luoghi della cultura di tutta Italia statali e non statali offrendo un ricco programma di appuntamenti per cittadini e visitatori tra incontri, visite, letture, laboratori.

Roma Capitale- Assessorato alla Crescita culturale aderisce alla suggestiva manifestazione con una serie di incontri e visite guidate gratuite nei Musei Civici e nei siti archeologici e artistici del territorio, Eccezionalmente per l’occasione saranno aperti alcuni monumenti della città, solitamente chiusi al pubblico, come il Casino del Graziano e la Casina del Cardinal Bessarione e molte visite e attività sono improntate al fare e al partecipare, al dare spazio alla fantasia per permettere al pubblico in visita di entrare pienamente nella dimensione temporale di quel progetto espositivo o altro.  Esempi sono Villa di Massenzio dove sarà possibile tornare indietro nel tempo e conoscere, in maniera giocosa e interattiva, la vita quotidiana degli antichi romani, o il Museo di Roma in Trastevere, dove il visitatore potrà proporre testi a lui cari, che possono aiutarlo a rievocare le suggestioni dei quadri di Ettore Roesler Franz.

La riscoperta della ritrattistica romana attraverso la fotografia viene riproposta ai Musei Capitolini Centrale di Montemartini il 21 settembre alle ore 9.30 con un workshop direttamente condotto da Luigi Spina, autore delle foto esposte nella mostra “Volti di Roma” proprio nella Centrale Montemartini. L’incontro consentirà di avvicinarsi al percorso ideale e creativo che ha motivato la ricerca fotografica di Luigi Spina sui marmi antichi. Un viaggio alla scoperta della contemporaneità attraverso i tratti fisiognomici delle antiche sculture. (Prenotazione obbligatoria allo 060608 per un massimo di 14 partecipanti).

“Buongiorno Roma! Una passeggiata nel Foro di Traiano e nel Foro di Cesare” avrà luogo nell’area archeologica dei Fori Imperiali a partire dalle 9.30 con partenza da Piazza Madonna di Loreto per una passeggiata alla riscoperta di Roma attraverso i Fori Imperiali. Curato da Nicoletta Bernacchio, il percorso a partire dal Foro di Traiano con la sua colonna istoriata, passando per i resti della Basilica Ulpia condurrà i visitatori nel passaggio sotterraneo ricavato nelle cantine del quartiere alessandrino fino ad arrivare al Foro di Cesare Seduti sui gradini del posto, i visitatori avranno occasione di ricreare i giochi e i passatempi che si svolgevano nel Foro, attraverso le suggestioni fornite dai resti antichi e dalla “scuola” nella Basilica Argentaria.  

All’interno di Villa Massenzio (via Appia Antica, 153) dalle ore 10.00 alle 16,00 si potrà vivere l’evento di carattere storico e rievocativo "Ab Urbe Condita 2019" a cura dell'Associazione Culturale CIVILTÀ ROMANA per regalare un salto nel passato e far conoscere in modo divertente la vita quotidiana degli antichi  romani, Questo attraverso il lavoro che l'Associazione Culturale CIVILTÀ ROMANA farà ricostruendo un accampamento romano suddiviso in area militare e area civile, mentre la presenza di figuranti in abiti d'epoca e di tavoli espositivi permetterà di approfondire nozioni su l'esercito e le armi, l'abbigliamento e la scrittura, la musica e l'arte,  la scienza e, la medicina, comprese la farmacia e l'artigianato. I presenti potranno inoltre assistere a manovre ed esercitazioni militari e partecipare a laboratori didattici. (Ingresso gratuito senza prenotazione, ultimo ingresso ore 15.30).

Da non perdere al Museo dell’Ara Pacis- Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) a partire dalle ore 10.30 la visita nello spazio espositivo alla mostra “Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia” a cura di Lucia Spagnuolo che permetterà di vivere un’esperienza culturale multimediale alla scoperta della complessa figura dell’uomo e dell’Imperatore grazie a diverse forme di linguaggio legate all’ entertainment atte a veicolare, unendo in modo armonico arte, storia e archeologia, contenuti di carattere storico-archeologico. Sono previsti massimo 20/30 partecipanti (Prenotazione obbligatoria allo 060608).

Presso l’Area Archeologica dei Fori Imperiali- Via dei Fori Imperiali – Largo Corrado Ricci a partire dalle ore 16.00 da sottolineare la visita nei Fori “A tu per tu con gli imperatori. La vita e le imprese di Cesare e di Traiano raccontate attraverso le letture di antichi scrittori” a cura di Antonella Corsaro, arricchita da letture di fonti antiche e brani letterari che racconteranno la storia dei Fori attraverso la vita e le imprese degli imperatori che li hanno realizzati.

La storia della festa più bella della Roma papalina dalle origini all’inizio del Regno d’Italia, viene raccontata nell’appuntamento a cura di Stefania Valente e Fulvia Strano: “La festa più bella della Roma papalina: il Carnevale romano” in Piazza Navona e al Museo di Roma dalle ore 12.00. Partendo da Piazza Navona il percorso prosegue al Museo di Roma di palazzo Braschi dove i visitatori potranno ammirare dipinti del Settecento e Ottocento raffiguranti i festeggiamenti atti a rievocare quell’atmosfera goliardica del Carnevale che attirava viaggiatori da ogni parte ogni anno per vivere quel momento. (Prenotazione obbligatoria allo 060608 per un massimo di 20 partecipanti).

Il 22 settembre da non perdere l’evento “Villa Borghese: il Casino del Graziano e il suo deposito di sculture” curato da Angela Napoletano che si svolge dalle 10 alle 11.30 a Villa Borghese al Casino del Graziano (viale del Giardino Zoologico 35) Un’occasione unica in cui il pubblico in questa giornata potrà conoscere il Casino del Graziano acquistato da Scipione Borghese nel 1616 dalla famiglia Graziani, il cui apparato decorativo sontuoso è rimasto immutato nel tempo. (Per prenotazioni contattare il numero 060608, sono previsti massimo 30 partecipanti). Interessante anche conoscere approfonditamente i legami che ebbe Napoleone e la sua famiglia con la città di Roma nell’evento che si svolge sempre il 22 settembre alle ore 11.00 al Museo Napoleonico (piazza di Ponte Umberto I, 1) “Napoleone, i suoi familiari e la Città Eterna. Un percorso per ricordare l’imperatore nel 250° anniversario della sua nascita” a cura delle volontarie del Servizio Civile Nazionale.

Al Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina in Porta San Pancrazio a partire dalle ore 11 sempre il 22 settembre, sarà possibile attraverso il gioco conoscere la storia iniziando con l’esposizione dei soldatini della collezione del Giocattolo Antico di Roma Capitale. Attraverso un laboratorio i bambini dai 6 agli 11 anni potranno costruire e modellare il “proprio” soldatino accompagnati da letture di testi poetici sulla guerra che saranno di supporto agli stessi bambini per immaginare i percorsi delle battaglie, da quelli dell’antica Roma al Risorgimento, alle guerre civili americane e alle battaglie della prima guerra mondiale. I curatori proporranno ai giovani partecipanti delle riflessioni sotto forma di giochi su quanto la guerra abbia gravemente influito sulla vita quotidiana dei loro coetanei che vissero a cavallo di secoli burrascosi. Sono previsti massimo 20 partecipanti con prenotazione obbligatoria.

Le diverse sfumature della sensualità femminile sono riproposte con “La sensualità femminile nell’arte italiana tra Otto e Novecento” incontro a cura di Anna Livia Vila che prende in via dalle ore 16.30 del 22 settembre presso  gli spazi della Galleria d’Arte Moderna di Via Crispi dove è in corso la grande mostra “Donne, corpo e immagine. Tra simbolo e rivoluzione” fino al 13 ottobre. Se la morale imperante della società borghese tra fine Ottocento e Novecento, relega la donna a modello di virtù domestiche, o al contrario femmina tentatrice, l’arte restituisce la duplice immagine, conturbante e intrigante, delle donne borghesi. Verranno presentate le opere più significative di artisti come Balla, Innocenti, Felice Carena o De Carolis,  che si sono soffermate su questo tema.

Al mondo di Frank Holliday, uno degli artisti del Club 57, lo storico locale dell’East Village ci si può accostare nel percorso della mostra al Muso carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese in programma alle 17.30. Curato da cura Laura Panarese l’appuntamento “Frank Holliday in Rome (visita guidata alla mostra) “offre un percorso lungo le trentasei opere che l’artista ha realizzato traendo ispirazione dai maestri della storia dell’arte. Opere di grande suggestione realizzate nel suo studio vicino Piazza Navona durante l’estate del 2016. Verrà proiettato anche il film inedito di Anney Bonney "Roman Holliday",  cui seguirà un approfondimento oltre che della storia anche della tecnica e del linguaggio dell’artista americano.          

Silvana Lazzarino

Roma, Giornate Europee del Patrimonio

21 – 22 settembre 2019

Eventi e attività didattiche gratuite con biglietto del museo

info e prenotazioni 060608; www.museiincomuneroma.i