Roberto Ciotti nel ricordo di Paolo Belli

Scritto da Occhio dell'Arte il 02 Gennaio 2014 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Al fantastico concerto gratuito di Capodanno organizzato dal Comune di  Nettuno, dove un pubblico numerosissimo ed entusiasta ha apprezzato PAOLO BELLI  e la sua eccezionale Big Band,    tra le domande che ho fatto io al grande cantante e showman per conto di Radio Lazio Sud http://radiolaziosud.it ce n'e' stata anche una riguardante altro grandissimo artista italiano,   scomparso l'ultimo giorno del 2013: Roberto Ciotti.

Paolo Belli ha espresso con vicinanza emotiva il suo  ricordo personale di questo indimenticabile esponente del Blues scomparso troppo presto: "Mi e' dispiaciuto davvero molto per la morte di Roberto - ha dichiarato.

"Ho avuto la possibilita' di suonare con lui, eravamo in sintonia. Ha scritto una delle colonne sonore che io adoro di piu', quella di Marrakech Express".

Nel  tentare di vedere il bicchiere mezzo pieno : "Gli artisti cercano artisticamente sempre l'immortalita' - ha proseguito Paolo Belli - e lui c'e' riuscito. Tra 300 anni, quando noi non ci saremo piu', la gente continuera' ad ascoltare le splendide cose che ha scritto e suonato Roberto".

Lisa Bernardini

(Presidente Occhio dell'Arte)


Grande leader del suo gruppo, Paolo Belli non si e' risparmiato nel festeggiare il 2014, nonostante fosse reduce da uno spettacolo a  Modena terminato poche ore prima;  lo show che ha regalato al pubblico presente a Nettuno e' stato  di altissima classe, fantastica  musica, raffinata atmosfera, ritmo travolgente.

Come si puo' leggere nel sito ufficiale www.paolobelli.it, la Big Band e’ una delle più affiatate e travolgenti che la musica italiana possa vantare. E’ quella che " dai tempi di "Torno sabato" con Panariello, con la sua travolgente musica dal vivo, accompagna Paolo Belli in tv, a teatro e in tutti i concerti nelle piazze. Attualmente è composta da tredici elementi fissi: undici musicisti professionisti, un dee jay, una vocalist".

Alla sezione ritmica leggiamo i nomi di   Gaetano Puzzutiello (basso e contrabbasso), Mauro Parma (batteria e piccole percussioni), Giuseppe Stefanelli (percussionista), Paolo Varoli (chitarre) ed Enzo Proietti (tastiere). Ai fiati: Nicola Bertoncin (tromba), Fabio Costanzo (tromba), Gabriele Costantini (sax), Matteo Pescarolo (sax), Daniele Bocchini (trombone) e Pierluigi Bastioli (trombone).  Al giradischi: dj Tuppi B. Vocalist: Stefania Caracciolo

Dall'uscita del suo primo album "Ladri di Biciclette" nel 1989, Paolo Belli, con il suo pop colorato di swing ed anche i suoi accenti di funky-blues, non ha mai smesso di affascinare tutti gli amanti della musica di grande qualita'.

 

 

Foto cover

Bruno Jorillo ("Il Giornale del Lazio" http://www.giornaledellazio.it e Radio Lazio Sud http://radiolaziosud.it) e Paolo Belli subito dopo il  concerto di Capodanno