Luca Guadagnini:tra Gigi D'Alessio ed il Rock

Scritto da Occhio dell'Arte il 19 Marzo 2014 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Cantante e promotore del famoso evento “ Rock per un Bambino”:  tanti i Vip al servizio del Bambin Gesu’ di Roma!


1) Luca Guadagnini quando nasce, artisticamente! Riepilogaci in breve le tue origini come cantante, e quindi parlaci anche della tua ex formazione, I VERNICE, per poi arrivare al Luca di oggi. 

Dall'età di 8 anni già suonavo la chitarra e il piano "autodidatta", cantautore e piano barista ...nel 1998 entro a far parte del gruppo musicale Vernice,  gruppo che ebbe successo nel 1992, incidendo un nuovo album dal titolo "Troppo duri per morire",  che vendette 5 mila copie, vincendo con il,brano "Piove" e "Luca maledetto" svariati premi,  tra cui "Premio Radio hit";  partecipando a numerose trasmissioni televisive riconfermiamo al grande pubblico la nuova formazione del gruppo. Nel 2010 incontro Edoardo Vianello e decidiamo insieme a lui e alla band,  che nel frattempo cambia nome in Avim-B per motivi legali e per non portare disagi agli addetti ai lavori, di rielaborare un suo vecchio pezzo accompagnato da un simpaticissimo videoclip dove partecipa anche il maestro Vianello, cambiando il testo. E’  così che  nasce il frizzante brano estivo "Vacanze in Italiá",  arrangiato dal mio inseparabile arrangiatore Adriano Pennino, che spopola in tutte le radio e diventa sigla della trasmissione radiofonica "Lido Lorena",  in onda tutta l'estate su Radio Uno, condotta dalla bravissima Lorena Bianchetti. Con “Vacanze in Italiá” ci aggiudichiamo il Premio della critica al Venice Music Awards a Venezia. Nel 2011 conosco il grande Gigi D'Alessio, il quale decide di diventare il mio super visore artistico;  unitamente al suo produttore Pierluigi Germini e al suo paroliere Vincenzo D'Agostino,  scriviamo "Parole", brano accompagnato da un videoclip, il quale con la partecipazione del Ministero dell'Interno e della Polizia di Stato gira nelle scuole di tutta Italia, al fine di  lanciare un messaggio sociale: la parola certe volte è meglio di una costrizione. Con "Parole" ci aggiudichiamo il Premio sul Sociale come miglior videoclip al Festival del Cinema di Roma. Data la maturità artistica conseguita nel tempo e la produzione artistica dell'etichetta GGD,  la band unitamente al sottoscritto e alla produzione decide di portare avanti il nome di Luca Guadagnini,  pur sempre seguito dalla sua fidata band con Enzo Alberigi, Fabrizio Menichelli e Enzo Borghese; si inizia a lavorare su un nuovo lavoro discografico forse più serio,  con la collaborazione dell'autore Alessandro Mancuso, scrivendo il singolo "L'importante è sognare",  che viene premiato alle selezioni del Festival di Castrocaro 2013 e dove, all'interno dell'album che uscirá a maggio 2014,  si trovera’  un brano molto legato al sottoscritto Luca Guadagnini. Si intitolera’  infatti  "Tornerà l'Aurora",  testo  dedicato alla piccola Aurora scomparsa prematuramente all'età di soli due anni (mia figlia).  Il prossimo singolo che uscirà ad aprile e aprirà la strada radiofonica all'album si intitola "Cuore di Donna";  il tutto sara’  sempre arrangiato dal maestro Pennino su etichetta GGD.

2) Sta per uscire il tuo prossimo singolo: ripetiamo bene come si chiama, da chi e' prodotto e dove e' gia' stabilito che lo promuoverai.

Il prossimo singolo "Cuore di donna",  prodotto dalla GGD e PrimaManoEventi con la supervisione artistica di Gigi D'Alessio e Pierluigi Germini, sarà lanciato da metà di aprile in tutte le radio;  la prima esecuzione dal vivo avverrà il prossimo 24 maggio al Palacesaroni di Genzano,  in occasione di “Rock per un Bambino”,  e poi in tutta Italia con la tournée estiva. L'EP dal titolo appunto "Tornerà l'Aurora" verrà messo in vendita da maggio;   la particolarità di questo disco è che parte dei proventi ricavati dalle vendite verranno devoluti,  in accordo con la mia etichetta discografica ed il Bambin Gesù,  al reparto di neonatologia medica e chirurgica legato al progetto “Rock per un Bambino”. 

3) Parliamo appunto un po’ piu’ a fondo di Luca e “Rock per un Bambino”: un binomio nato da una tragedia che permette ogni anno, e da svariati anni di aiutare concretamente il Bambin Gesu' di Roma. 

“Rock per un Bambino” nasce (purtroppo) nel 2009 – esattamente  a maggio del 2009 -  causa la perdita di mia figlia Aurora.... Che dire ... Essendo stata ricoverata per più di un anno all'ospedale Bambino Gesù di Roma nel reparto di neonatologia medica e chirurgica e non solo, e’ da questa tragedia privata che nasce la  volontà di aiutare proprio quello specifico reparto. Da un dolore nasce la gioia di far rivivere Aurora ogni anno in questo evento, dove tantissima  gente, gli amici e moltissimi  artisti partecipano attivamente  portando a risultati concreti e insperati. Dal 2009, infatti, io mia moglie Genni, con l’aiuto della Associazione AuroraMusicRock di cui fanno parte amici veri, abbiamo iniziato questa magnifica avventura. Ogni artista che si è esibito sul palco di “Rock per un Bambino” non ha mai percepito gettoni o rimborsi ;  parliamo di nomi come Gigi D'Alessio, Noemi, Masini, Cristicchi, Vianello, Nava, Cugini di Campagna, MatiaBazar, Emanuela Villa, Flaminio Maphia, Di Cataldo, Amerio, Rivale, Faraco, Andrea Perroni, Anonimo Italiano, Filippo Graziani ecc..... Grazie a loro e al direttore artistico che è sempre stato a me vicino,  il grande Antonio Giuliani, nonche’ al presentatore Claudio Lippi,  siamo riusciti a donare oltre 50 mila euro al sopracitato reparto permettendo l'acquisto di un sofisticato ventilatore meccanico denominato "NAVA"e di un Laringoscopio.  Con l'edizione dell'anno scorso abbiamo anche contribuito alla riapertura del nuovo reparto di ginecologia dell'ospedale di Genzano di Roma. Che dire "Rock è rock.... E per me è vita e quindi è Aurora". 

4) A chi devi dire grazie? Come uomo e come artista.

Devo dire grazie a Gigi D'Alessio e ad Enzo Alberigi : due artisti veri  ma soprattutto due uomini straordinari  che mi hanno permesso di vedere quello che la mia vita artistica aveva dimenticato... E che non voleva più vedere.

5) Come ti vedi tra dieci anni, Luca? Con piu' rimorsi o piu' rimpianti? O invece ti vedi sereno?

Tra dieci anni mi vedo più bello . Sicuramente più bello dentro e con nessun rimpianto,  perché vivo e faccio vivere,  a tutti coloro che mi amano,  il vero amore che si prova  verso un traguardo che sembrava fosse giunto. Invece no.... È iniziata una avventura che porta solo esclusivamente emozioni e per me quella si chiama Vittoria.

(Lisa Bernardini)