CRISTINA CORAL AL MUSEO S.DELLA SCALA A SIENA

Scritto da Silvana Lazzarino il 26 Luglio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

 LE FOTOGRAFIE DI CRISTINA CORAL RIDEFINISCONO GLI SPAZI CHE SI RIEMPIONO DI MEMORIE E SPERANZE COGLIENDO DESIDERI ATTRAVAERSO OGGETTI E DETTAGLI  ORDINARI CHE DIVENTANO STRAORDINARI

Nelle interazioni di luci e ombre entro cui si definiscono gli spazi quali contenitori di vita tra ricordi passati e realtà presenti, si muove la ricerca artistica di CRISTINA CORAL fotografa di grande interesse internazionale, formatasi prettamente da autodidatta con all’attivo mostre collettive e personali in Italia e all’estero tra cui citiamo: quella presso la Galleria Carla Sozzoni di Milano e la Somerset House di Londra per la mostra del Sony WPA, oltre a prestigiosi riconoscimenti come le due medaglie d’oro, Menzioni d'onore al Px3 di Parigi e il Primo premio al "The Uncanny Contest by Gregory Crewdson and Vogue Italia".
Dotata di gra

 

Marco Tullio Barboni grande ospite culturale

Scritto da Occhio dell'Arte il 24 Luglio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Un Agosto interessante per la cultura, con tre incontri ravvicinati e da non perdere con Marco Tullio Barboni: sceneggiatore, regista, scrittore all’esordio letterario con “…E lo chiamerai destino”, un percorso suggestivo tra conscio, inconscio, visioni, cinema e altre dimensioni del reale. Come dice egli stesso, Marco Tullio, “appartiene ad una famiglia di cinematografari”. Lo zio Leonida è stato un magistrale direttore della fotografia ed il padre Enzo prima operatore alla macchina poi direttore della fotografia ed infine regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher. Frequentatore di set fin da bambino, molto spesso nelle vesti di comparsa. Come, ad esempio, in occasione delle lavorazioni di “La baia di Napoli”, “Beh Hur”, “Barabba”. Il primo incarico ufficiale arriva come aiutoregista

 

SIDDHARTHA CON LA REGIA DI PAOLO PERELLI

Scritto da Silvana Lazzarino il 22 Luglio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

SIDDHARTHA – IL CORAGGIO DI TROVARE  IN ANTEPRIMA AL TEATRO VILLA TORLONIA

Tra i romanzi più conosciuti di Hermann Hesse il “Siddhartha”, edito nel 1922, è forse l’opera dove l’autore parla in  modo ancora più intenso di introspezione e ascolto, ricerca e consapevolezza attraverso la ricerca della saggezza che compie il protagonista pronto a confrontarsi con i diversi aspetti della vita a partire dai quali intraprende una sorta di viaggio interiore. Un romanzo dove lirica ed epica, narrazione e meditazione si intrecciano.
Apprezzato nel ventennio successivo alla sua pubblicazione e poi ancora negli anni Sessanta, questo romanzo di ambientazione indiana, ha riscontrato un particolare interesse in un pubblico giovane affascinato dal modo con cui il protagonista prende coscienza della propria vita

 

L' ENRICO V CON DANIELE PECCI

Scritto da Silvana Lazzarino il 22 Luglio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

ENRICO V AL GLOBE THEATRE

 L’ENRICO V composto tra 1598 ed il 1599 è un dramma in cinque atti, poco rappresentato tra quelli scritti da Shakesperare, che si sofferma sulla vicenda storica e umana del re Enrico V, sovrano saggio e audace, vittima di inganni interni alla sua corte che alla fine con la vittoria della battaglia di Azincourt rivendica il suo diritto al trono di Francia.
A dare una nuova visibilità a questa storia avvincente e affascinante è il regista  DANIELE PECCI attraverso l’innovazione scenica e la capacità di fare interagire il pubblico facendo appello all’ immaginazione. Al Silvano Toti Globe Theatre. dopo il successo del monologo interpretato da un eccellente Gigi Proietti in “Edmund Kean”, è in scena dallo scor

 

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFIORIRE

Scritto da Occhio dell'Arte il 14 Luglio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Una mostra fotografica celebra la “leggera” bellezza delle donne adulte.

Donne e fiori hanno un destino comune: profumare il mondo e sfiorire con classe.  È ciò che dimostreranno le foto della mostra che oggi viene inaugurata. 

“L’Insostenibile leggerezza dello sfiorire” vuole, attraverso le immagini di Annarita Contu, Piero Fadda e Luca Corsetti, con un percorso di accostamento tra fiori “agée” e donne over 50, sfatare uno dei miti più radicati e pericolosi della nostra società: quello che bellezza e gioventù siano inscindibilmente legati. 

Quando non si è più giovanissime, la bellezza non è più un peso ma diventa leggerezza.  Superati i 50 anni si può esprimere una bellez

 

<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 >>