MEMORIE D'INCIAMPO A ROMA 8 Edizione

Scritto da Silvana Lazzarino il 11 Gennaio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

RICORDANDO I DEPORTATI AD AUSCHWITZ

Il dramma più grande vissuto dall’umanità: lo sterminio degli ebrei nei lager nazisti durante il secondo conflitto Mondiale ha lasciato una traccia indelebile negli animi e nei corpi di quanti hanno visto, vissuto e raccontato gli orrori di una tragedia senza precedenti.
Documenti, articoli, inchieste, interviste, film, romanzi, a distanza di anni hanno raccontato con intensità e forte spessore comunicativo la tragedia della shoah pagina di storia atroce e agghiacciante che non va dimenticata.
A ricordare quanti scomparsi, a seguito delle persecuzioni naziste, tra ebrei, politici, militari, attraverso il simbolo “artistico” di una pietra è stato l’artista tedesco Gunter Demnig che dal 1995 a Colonia iniziò a realizzare inci

 

EUDONNA APRE IL 2017 CON UN CONCERTO

Scritto da Silvana Lazzarino il 05 Gennaio 2017 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

EUDONNA AL FINACO DELLE DONNE NELLA LORO QUOTIDIANITA’
DUE APPUNTAMENTI CON IL NUOVO ANNO TRA MUSICA, ARTE E BENEFICENZA

Dagli anni Cinquanta del secolo scorso, le donne hanno lottato per uscire da quel ruolo subordinato rispetto alle figure maschili riuscendo a decidere liberamente della propria vita. Poco alla volta hanno saputo conquistarsi gli stessi diritti degli uomini, diritti civili e sociali, tra questi il diritto al lavoro che ha loro permesso di mostrare le proprie risorse e capacità, affermandosi tanto nella politica, quanto in ambito imprenditoriale, ricoprendo ruoli che prima erano impensabili. Sempre più le donne si stanno affermando nel campo della medicina e della scienza, ma anche in politica ricoprendo ruoli di rilievo. In questi ultimi anni la donna si è costruita un ruolo sempre più

 

LA MADONNA DELLA MISERICORDIA

Scritto da Silvana Lazzarino il 29 Dicembre 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

NELL’ANNO DEL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA UN CAPOLAVORO DI PIERO DELLA FRANCESCA 

IN MOSTRA A MILANO A PALAZZO MARINO


Definito dal Vasari “il miglior geometra che fusse dei tempi suoi” Piero della Francesca, (Borgo San Sepolcro 1416-1492), contribuì al perfezionamento della visione prospettica nella pittura restituendo una rappresentazione tridimensionale della realtà in considerazione delle deformazioni prospettiche proprie dell’occhio umano. Tra i suoi dipinti più conosciuti accanto alla Flagellazione di Urbino e alla Pala di Brera, La Madonna della Misericordia rappresenta uno dei massimi capolavori del Rinascimento esposta nella Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano fino al

 

Premio internazionale Fontane di Roma

Scritto da Occhio dell'Arte il 22 Dicembre 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Da ben trentaquattro anni, nel cuore di Roma, l'Accademia "La Sponda" parla di Romanità e di Eccellenze Intellettuali. Mente brillante di questa operazione culturale ed artistica così meritoria è il Dott. Benito Corradini, Presidente dell'Accademia "La Sponda" nonché carismatico pigmalione e cuore pulsante della intera iniziativa. Il Premio Internazionale "Fontane di Roma" ha uno scopo esemplare: “l’esaltazione dell’attività di chi opera con alto impegno, prestigio e professionalità per riavvicinare, anche sul piano umano, Personalità della Cultura, del Lavoro, dello Spettacolo, dell’Arte e dello Sport in un’atmosfera di amicizia, per un discorso di apertura sociale e di civiltà”.

Nel tardo pomeriggio del 21 Dicembre, nell'accogliente Teatro de' Servi, immersi in una piacevole atmosfera

 

GIOVANNI PRINI

Scritto da Silvana Lazzarino il 21 Dicembre 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

GIOVANNI PRINI RACCONTA I SENTIMENTI

Eleganza, armonia, ma anche precisione e raffinatezza accompagna il percorso intenso e sempre in divenire di GIOVANNI PRINI (Genova 1877 – Roma 1958) artista poliedrico capace di regalare attraverso i diversi linguaggi dell’arte le emozioni della vita tra ordinario e straordinario dove in prima linea sono gli affetti e i legami sentimentali. Scultore dagli echi classicheggianti, ma anche pittore e artigiano  Giovanni Primi, tra i più interessanti protagonisti del secolo scorso, ha saputo catturare situazioni viste e vissute, legate alle tradizioni, dove gesti e sguardi erano custodi di  pensieri, stati d’animo colti nella loro immediatezza. Alla sua opera riferita a sculture. ritratti scultorei, ceramiche,  giocattoli,  disegni e mobili, è dedicata la mostra "

 

<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 >>