Il Giardino Segreto dell'Anima di Tramonti

L'evento si svolgerà dal 16 Giugno 2017 al 16 Giugno 2017 • 

Saranno ben tre i volumi letterari che la kermesse itinerante a tappe, giunta  alla settima edizione  e nota come  Photofestival Attraverso le pieghe del tempo, porterà in quel di Tramonti in virtu' del gemellaggio culturale che la nota manifestazione, molto conosciuta in Italia dagli addetti ai lavori  e  creata dall'Associazione Occhio dell'Arte, ha con  il direttore organizzativo Alfonso Bottone e con la  sua ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo. 

Il prossimo 16 giugno, ...incostieraamalfitana.it ospiterà il Photofestival presso  "Il Giardino Segreto dell'   dell'Anima". 

E' un giardino “speciale” in un luogo speciale. 

Esattamente a Campinola di Tramonti, sulle alture dell'immediato entroterra della Costa Amalfitana, a 7 chilometri dal mare e da Ravello, a 450 metri d'altitudine, si trova questo giardino botanico sperimentale che la famiglia Telese-De Marco ha creato per dare nuova vita al lascito ereditario e preservarne la memoria.

Da oltre  quindici anni continua ad accudirlo e accrescerlo con amorevole dedizione. Un giardino davvero amato, non solo dai proprietari:   per la ricreazione interiore personale, per il piacere proprio e di quanti ne condividono le emozioni che sono sempre in numero crescente, attirando l'attenzione della stampa e delle televisioni italiane ed estere.

Sono circa 3.000 metri di terreno disposti su 8 terrazze degradanti, frutto della graduale riconversione di un antico vigneto in disuso. Si compone di molti micro elementi con oltre mille varietà, varie collezioni e rari esemplari. 

E' definito “Segreto”, perché vive essenzialmente delle emozioni ed implicazioni all'interno di se stesso e nelle "alte vedute". Un angolo di mondo che è diventato con gli anni  un notevole elemento di attrazione per il territorio e vuole contribuire all'incentivazione della sensibilità e del gusto per il bello.

Il primo volume che sarà presentato appartiene a Simonetta Bumbi : “iostoconletartarughe” (Emigli Editore).

Profonda  scrittrice e pensatrice, romana di origini, Simonetta vive nella capitale dal 1958. Di lei si sa che  non ama le maiuscole, che dirige il sito di comunicazione web “bumbi mediapress” , che collabora con diverse realtà artistiche della capitale ed è collaboratore didattico per l’antropologo della mente Prof. Alessandro Bertirotti. Svariate le sue pubblicazioni, dove albergano sentimenti, profondità interiori, vissuti personali dolorosi ma catartici.

Sarò poi il turno di Silvana Lazzarino, con la sua raccolta poetica  "Oltre le immagini tra visione ed emozione" (Casa editrice Pagine srl).

Silvana Lazzarino è nata a Roma  il 14 febbraio 1971, dove vive e lavora. Dopo la laurea in lettere Indirizzo Musica e Spettacolo,  presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1996, si è dedicata al giornalismo. Iscritta all’Albo dei Giornalisti (elenco pubblicisti) ha collaborato per Radio Vaticana (al programma Pagine e Fogli), al quotidiano “Il Giornale” sulle pagine culturali (Album Cultura) e per diverse riviste specializzate come “Il Ragazzo Selvaggio”, bimestrale che si occupa di cinema e di linguaggi multimediali per le scuole. Si occupa anche  di mostre d’arte ed eventi e affianca al suo lavoro principale presso la Pubblica Amministrazione tante collaborazioni giornalistiche (in genere recensioni mostre d’arte e eventi) con alcuni periodici on-line tra cui Romacapitalemagazine.it, Rainews.it (all’interno del Blog Poesia di Luigia Sorrentino della RAI), ildispari24.it, e Radiofinestraperta.it, e sul Blog l’Occhio dell’Arte. Scrive anche sul quotidiano “Il Dispari” che esce a Napoli, Ischia in allegato al “Mattino”. Tra le tante attività svolte in campo editoriale, a vario titolo, ricordiamo la prefazione al libro di Bruno Oliviero, fotografo delle Dive, “Sexappeal”. Amante non solo  di Arte e Cinema, la Poesia è un ambito dove ha riscosso molti consensi, ed ha ricevuto anche premi. Il Photofestival farà conoscere di lei questo ultimo aspetto: quello poetico.

A concludere la serata, Ugo De Angelis e la sua opera "In quella foto c'è Maria" (Nane Edizioni).

Ugo De Angelis è un architetto che da anni studia il contesto territoriale  dell’ex campagna romana.Nasce nel 1955 a Latina “Città Nuova del ‘900” figlia di quella che è stata la Bonifica idraulica ed integrale dell’Agro Pontino degli anni 20-30. Laureatosi presso la Facolta’ di Architettura Università degli Studi di Roma ”La Sapienza” con la tesi sul tema di archeologia industriale, da molti anni  è ricercatore e consulente  storico presso l’Archivio Vaticano della Congregazione per la Dottrina della Fede ex Sant’Uffizio. Ha collaborato con diversi quotidiani tra cui “ L’Osservatore Romano” e numerosissime sono le sue partecipazioni a convegni nazionali e internazionali nell’ambito del contesto storico e territoriale della ex-campagna romana, i cui studi e saggi storici sono, tra l’altro, stati pubblicati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dall’ Accademia Nazionale dei Lincei.  Tra i suoi studi su temi di archeologia industriale spiccano le fonderie vaticane nella tenuta di Conca dell’ex Sant’Uffizio (1568 – 1870) e il consolidamento della Cupola di San Pietro realizzato nel 1743 da Benedetto XIV.  Ha partecipato alla elaborazione di numerosi interventi di  recupero ambientale e monumentale,  tra cui emerge il progetto vincitore del concorso internazionale di progettazione indetto nel 2003 dalla Regione Lazio per la “Realizzazione del restauro e la valorizzazione del porto di Civitavecchia e del water-front cittadino”. Per la sua sensibilità e l’assidua attività di promozione, valorizzazione e riqualificazione territoriale, nel 2007 è stato coordinatore scientifico del progetto transnazionale per la pianificazione urbanistica del Parco Satricum della Valle dell’Astura,  finalizzato ad uno sviluppo turistico sostenibile. Specializzato in Restauro e Conservazione dell’Architettura  Moderna, nel 2010 ha redatto il  progetto del  Piano Colore,  tutela e recupero delle superfici architettoniche della “ Citta’ di Fondazione” (Latina), presentato alla Fiera del Restauro di Ferrara. Irriducibile e continuo è il suo contributo per la tutela e recupero del patrimonio storico-ambientale. Convinto assertore e sostenitore delle politiche di valorizzazione e promozione territoriale, rivendica l’importanza del sinergico ruolo tra cultura, urbanistica e turismo finalizzato ad un  modello strategico di sviluppo sostenibile. Da sempre sostiene che non si può intervenire su un territorio o su un monumento se non si conosce la sua storia. A Tramonti portrà un'opera che ha girato l'Italia e che  contiene una visione puramente storica di personaggi e  fatti accaduti alle Ferriere di Conca ( Allora Comune di Roma) nel mese di Luglio del 1902 che portarono al martirio della piccola Maria Goretti. Il libro  racconta anche un inedito spaccato economico e sociale del territorio e di quel contesto ambientale della Valle dell’Astura  dal fascino romantico e maledetto, com’era allora la Campagna Romana di fine 800,  le cui fonti sono costituite da vecchi  manoscritti e documenti vaticani. Non è il solito testo agiografico sulla piccola delle paludi ma una ricostruzione storica dettagliata e precisa sui fatti e sul contesto sociale in cui avvennero. Una vicenda vissuta oltre un secolo fa, ma che ripropone in tutta la sua drammatica sofferenza, il tema su quell’ignobile fenomeno della violenza di genere. Alla fine del libro si trova una attenta analisi storica e fotografica di un’immagine di vita contadina nel cui interno  sembra possibile  individuare la figura della fanciulla Maria Goretti.

Tre visioni culturali interessanti da fuori regione, tre autori diversi, tre voci  che  a proprio modo parlano di vita, storie, sentimenti. 

L’XI edizione di  ..incostieramalfitana.it Festa del libro in Mediterraneo, in cui è inserita anche la serata di Tramonti,  si avvale di numerosissimi patrocini. La Commissione Europea, i Comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Praiano, Tramonti, I Parchi Letterari, I Borghi più belli d’Italia, la Società Dante Alighieri, il Touring Club Italiano (territorio di Salerno), l’ UNPLI – Comitato Provinciale di Salerno, l’Association Internationale Critiques Litteraires, il Portale Letterario, il Centro per il libro e la lettura, sono tutti soggetti coinvolti e partecipi dell’iniziativa. 

Ingresso libero.

Il gemellaggio  continua.

     

Maggiori info

www.occhiodellarte.org

www.attraversolepieghedeltempo.it 

 

Nella immagine che correda l'articolo, fronte/retro del libro di simonetta bumbi

incostieraamalfitana.it