L'Occhio dell'Arte a Genova

Scritto da occhiodellarte il 24 Novembre 2017 • 

Il 25 Novembre 2017 l'Occhio dell'Arte risulta tra i patrocinanti di  una manifestazione importante, giunta alla IV Edizione : "Genova Calibro9".

 

Ritorna la popolare kermesse che da tre anni riporta a Genova le atmosfere, i volti, le auto e le melodie degli indimenticabili film polizieschi degli anni ʼ60 e ʼ70. La manifestazione ad opera della Associazione Culturale RedBag  si svolgerà, da  tradizione, a Villa Bombrini, a Cornigliano, i prossimi 25 e 26 novembre richiamando, come ormai accade a ogni edizione, tutti gli amanti del genere da Genova e dall’Italia, tra auto dell'epoca e gli indimenticabili cartelloni cinematografici di film che sono diventati leggenda. Un genere cinematografico considerato per molto tempo di serie B, ma oggi rivalutato da registi come Quentin Tarantino e ritornato a essere protagonista dopo anni nel dimenticatoio.
La quarta edizione di “Genova calibro 9” avrà una cifra peculiarmente musicale perché l’ospite d’onore sarà FRANCO MICALIZZI. 
Compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra, Micalizzi è colui il quale ha contribuito come nessun altro in Italia alla nascita, lo sviluppo e il rilancio di quella che è stata ribattezzata Pulp Music, nata nei
lontani anni settanta grazie a pellicole di polizieschi come “Il cinico l’infame il violento”, “La banda del gobbo”, “Roma a mano armata”, “Napoli violenta” e moltissimi altri, e rivalutata proprio da Quentin Tarantino. L’intervista pubblica con il maestro sarà sabato 25 alle ore 18.00.
Il 26 Novembre la rassegna vedrà anche i vincitori della terza edizione del concorso “Genova calibro9” per cortometraggi e mediometraggi dedicati a questo genere e aperto a filmmaker e registi, italiani e stranieri. La scorsa edizione ebbe ben trentasei partecipanti tra una categoria e l’altra con un notevole successo di critica e di pubblico.
Patrocini alla Manifestazione 2017, in collaborazione con l'Associazione Culturale Occhio dell'Arte: l' Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi, Genova-Liguria Film Commission, Museo Passatempo, Società per Cornigliano, VideoVoyager, Radio Babboleo Suono, Club amici del Cinema. 
 
Lusingato  di essere il protagonista dell'edizione 2017 di "Genova calibro 9", il Maestro ha dichiarato che parlerà volentieri della sua carriera di fronte al pubblico che interverrà alla manifestazione: "Confesso di essere stato molto fortunato, perché con la Musica ho fatto il lavoro che più amavo, e non ho ancora finito. Parlero' anche della mia autobiografia uscita da poco, dal titolo "Le chiamavano colonne sonore. Golden 70's" (Viola Editrice), che  rappresenta le tante esperienze e le infinite emozioni che la vita mi ha regalato. Parlo in questo libro  della mia vita, ma anche di un'epoca che oggi, probabilmente, non esiste più. Una volta le chiamavano colonne sonore, ed erano fondamentali per il successo dei film. Oggi non si sa piu' come chiamarle, ed ho voluto scrivere la mia testimonianza  per sottolineare che è importante ricordare il valore del passato, perchè senza memoria il futuro  è precluso. Certe epoche, poi, è giusto continuare a celebrarle nel loro valore  perchè sono state magiche ed irripetibili".

Ingresso libero, Vi aspettiamo!
Lisa Bernardini 
Presidente Occhio dell'Arte